ASPETTI DELLA VITA RELIGIOSA FEMMINILE IN ZAMBIA: FORMAZIONE, MINISTERI, EDUCAZIONE

Seminare Generosamente
ASPETTI DELLA VITA RELIGIOSA FEMMINILE IN ZAMBIA: FORMAZIONE, MINISTERI, EDUCAZIONE

Scarica la sintesi

Triplice collaborazione
Lo studio “La vita religiosa femminile in Zambia: Formazione, Ministeri e Educazione” rappresenta il frutto della collaborazione tra l’Unione Internazionale delle Superiore Generali (UISG), l’Associazione delle Religiose dello Zambia (ZAS – Zambia Association of Sisterhood), e la Fondazione GHR (GHR). Lo studio intende incoraggiare la conversazione tra le diverse parti – religiosi, educatori, benefattori e altri – e spingere ad investimenti più produttivi nella vita religiosa femminile in Zambia e altrove.

Aspetti della vita religiosa femminile in Zambia: Formazione, Ministeri e Educazione
Lo studio delle congregazioni religiose femminili dello Zambia è stato condotto in due fasi. In entrambe le fasi, i ricercatori hanno cercato di ascoltare la voce dei membri delle congregazioni e di acquisire una maggiore comprensione e apprezzamento delle forze che influenzano la pianificazione e l’efficacia delle congregazioni in Zambia. In particolare, lo studio è stato progettato per aiutare le congregazioni a riflettere sul mutevole contesto della missione e sulle implicazioni per la formazione, per la scelta dei ministeri, dell’educazione e della formazione. Attraverso conversazioni su queste aree, sulle sfide che le congregazioni sperimentano e sui modi con cui le affrontano, lo studio ha raccolto una serie di buone procedure che possono essere condivise con altre congregazioni. Lo studio individua anche i modi per rafforzare capacità e per massimizzare gli investimenti nell’educazione e nella formazione delle suore, al fine di generare un impatto ministeriale più forte e più sostenibile.

Durante la prima fase dello studio è stato inviato un questionario a tutte le congregazioni membri della ZAS, chiedendo informazioni sui numeri e su come le congregazioni gestiscono le aree fondamentali della vita congregazionale. La seconda fase si è incentrata su otto congregazioni scelte tra dieci che hanno offerto la loro disponibilità ad impegnarsi in una conversazione approfondita sulle questioni sollevate nel questionario. Queste otto congregazioni rappresentano oltre 600 suore. Si tratta di sei congregazioni diocesane e di due congregazioni internazionali. I numeri in ognuna di queste congregazioni variano da un totale di 34 in due delle congregazioni diocesane a un totale di 201 nella provincia di un istituto pontificio (delle quali 153 sono state assegnate in Zambia). La distribuzione per età delle suore di queste congregazioni dimostra che l’età media è compresa tra 30 e 39. Ciò riflette una grande percentuale di giovani suore dello Zambia e/o africane. Alcune congregazioni locali stanno iniziando solo ora ad avere Suore con più di 60 anni e, di conseguenza, che vivono con le pensioni.

Le interviste della seconda fase sono riassunte qui di seguito sotto tre temi che delineano le principali aree di interesse delle congregazioni: formazione al carisma, scelte del ministero, educazione e formazione.

Leggi di più

“Seminare generosamente…” è una sintesi di uno studio approfondito sulla vita religiosa femminile in Zambia. Il rapporto completo è disponibile in inglese qui