La leadership nelle comunità religiose al tempo del Covid-19

La leadership nelle comunità religiose al tempo del Covid-19

Trascrizione dell’intervento del Prof. Tonino Cantelmi durante l’incontro online organizzato dalla Commissione Salute della UISG e USG

Libro Psicologia della Compassione: qui

Qui è possibile vedere il video registrato

Quando noi siamo minacciati, e non c’è dubbio che questa pandemia è una minaccia, nel nostro cervello si attiva una zona specifica che si chiama amigdala. Questa zona specifica è una parte molto antica del nostro cervello (parte del sistema limbico), collegata alle emozioni e che suscita una risposta. Ma perché il nostro cervello possa rispondere, l’amigdala fa una cosa: l’amigdala va a bloccare il funzionamento di un’area del cervello che è la corteccia pre-frontale, che è la zona nella quale noi elaboriamo il pensiero più riflessivo, più razionale. La blocca perché per reagire ad una minaccia bisogna essere aggressivi oppure bisogna fuggire oppure bisogna fare altre cose e perché deve prevalere una reazione emotiva. Quando succede questo la nostra parte razionale viene inibita e vince la parte emozionale. Ecco perché molte risposte alla minaccia della pandemia sono a volte irrazionali. È un meccanismo fisiologico ma che noi, dopo anni secoli millenni di evoluzione siamo in grado di dominare grazie allo sviluppo della corteccia frontale e pre-frontale.

In tutto il mondo stiamo vedendo un’attivazione emozionale molto forte che può anche limitare la nostra capacità di razionalità e che un evento come questo (questo webinar) invece serve a portare un po’ di razionalità, un po’ di riflessione. È interessante notare che c’è tanto bisogno di questo e un po’ tutte le organizzazioni, dalle più grandi alle più piccole, da quelle educative a quelle sanitarie, da quelle industriali e commerciali, un po’ tutte le organizzazioni stanno riflettendo sulla leadership. C’è la riflessione sulla leadership. Sta diventando un punto centrale come risposta non emotiva ma razionale alla minaccia della pandemia. Questo evento sembra aver dato ragione a papa Francesco quando disse, nel 2015, che non siamo in una epoca di cambiamento ma in un cambiamento di epoca.

Leggi tutto

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *