Migranti

migrantifinale1anno_it-copiaIl Progetto Migranti/Sicilia è nato da una domanda di due religiose responsabili della Commissione Giustizia e Pace nella loro Congregazione: dopo il massacro a largo di Lampedusa, cosa possiamo fare noi consacrate per rispondere al grido impellente dei migranti?

Questa domanda ha trovato eco immediato presso il Consiglio direttivo della UISG, che stava proprio interrogandosi sulla realizzazione di un progetto di solidarietà concreta da inaugurare in occasione della Celebrazione del Giubileo della UISG (1965-2015).

Ricevuta questa proposta, molte Superiore Generali hanno risposto entusiaste: chi inviando consorelle a prendere parte al progetto, chi offrendo risorse economiche.

Il progetto, su invito del Cardinal Franco Montenegro dell’Arcidiocesi di Agrigento e con il sostegno di Monsignor Calogero Peri, vescovo di Caltagirone, prevede la costituzione di una comunità intercongregazionale, internazionale e interculturale, suddivisa in due case, una a Ramacca (Diocesi di Caltagirone) e una ad Agrigento per “Essere ponte tra i migranti che sbarcano in Sicilia e le popolazioni del territorio, per costruire una reale integrazione.

Le suore coinvolte sono dieci: due indiane (suore della Carità della Croce, Cuore Immacolato di Maria), due eritree (Cappuccine di Madre Rubatto, Figlie di St. Anna), una congolese (Nostra Signora d’Africa), una etiope (Francescane Missionarie di Nostra Signora), una argentina (suore di Don Orione), una italiana, 1 francese e 1 polacca (religiose del Sacro Cuore). Diverse congregazioni religiose, diversi carismi, che si metteranno a disposizione delle diocesi di Agrigento e Caltagirone, al servizio dei migranti.

“Andiamo in punta di piedi, rispettando la richiesta di metterci in ascolto dei bisogni, per poi costruire insieme, con i partner locali, un progetto ad hoc che rispetti il diritto e la dignità delle persone che arrivano nel nostro paese. Essere religiose testimoni credibili che è possibile vivere insieme, di culture, nazioni e lingue diverse, se unite da una comune missione e mosse dall’unico Spirito che agisce ed è presente in ognuna di noi e nel mondo.”

(Suor Elisabetta, responsabile del progetto)

Dopo un periodo di formazione svolto a Roma tra ottobre e novembre 2015, il 14 dicembre arrivano in Sicilia.

Per informazioni: Suor Elisabetta Flick progetto.migranti@uisg.org o Suor. Florence de la Villeon rete.migranti@uisg.org

caltanissetta-4

NOTIZIE e ARTICOLI: