Bollettino

Archivio

Semi di umanizzazione

In questo numero del Bollettino UISG, l’ultimo del 2018, vogliamo già proiettarci verso il tema della nostra Assemblea Plenaria del 2019 , “Seminatrici di Speranza Profetica” #UISGPlenary2019.

Seminare speranza è anzitutto portare semi di umanizzazione in tutti gli ambiti dell’esistenza. La speranza nasce nel cuore delle donne e degli uomini ed il compito primario  di tutti e di ciascuno è quello di crescere insieme in umanità.

Dio stesso si è fatto uomo, ha incarnato la nostra umanità, si è umanizzato.

Come donne consacrate ad un Dio così vicino e solidale,  la nostra prima missione è prenderci cura della propria e altrui umanità, generando dignità nelle persone, posando su di loro uno sguardo puro, abitato dall’amore, libero da ogni egoismo e interesse.

E’ la missione di portare nel mondo l’umanesimo inclusivo del Vangelo, che ha a cuore la dignità di ogni essere umano e si impegna per metterla al riparo da quegli  attacchi subdoli che spesso nascono dal cuore stesso dell’uomo: i pregiudizi, le discriminazioni di ogni genere,  gli abusi di potere, le sopraffazioni, le schiavizzazioni…

Dott.ssa Angela Rinaldi
Chiesa e abuso di potere.

Il potere spirituale e gerarchico in relazione agli abusi sessuali sui minori

Le questioni relative agli abusi di potere all’interno di istituzioni grandi come la Chiesa cattolica devono necessariamente costituire un tema centrale di riflessione spirituale e accademica.

In questa sede, si analizzeranno alcuni elementi dell’abuso di potere all’interno della sfera relazionale. Come si affermerà in seguito, esso si inserisce all’interno di una relazione tra persone poste su livelli differenti, in cui quella considerata “più potente” (o “in potenza”) è tentata di approfittare della propria posizione per imporsi sull’altra.

Questo può verificarsi in ogni ambito dell’istituzione ecclesiastica: tra adulti e minori, come nel caso degli abusi sessuali, tra consacrati e laici, tra docenti e studenti, tra parroco e fedeli, tra vescovi e sacerdoti, tra sacerdoti e consacrate nonché tra l’intera istituzione e tutto il popolo di Dio. Insomma, ciò accade in ogni campo in cui è implicito un divario “gerarchico” tra soggetti.

Carlos del Valle, SVD
Plasmare cuori di amici nel Signore

L’umanità di Gesù, il suo stile di vita, fanno di lui l’opposto di tutto ciò che è dominazione. Nel bisogno la persona si rivolge alla potenza di Dio. Gesù ci orienta verso la debolezza di Dio, un Dio che soffre perché ama. Mentre noi cerchiamo Dio in cose spettacolari, la sua più grande rivelazione si realizza là dove il suo nascondimento è più evidente: sulla Croce, espressione del dolore proprio e di quello del mondo, il suo dolore. Gesù collega servizio e potere. Esiste un contrasto tra il Dio onnipotente e Gesù ai piedi dei suoi discepoli. Gesù elimina il contrasto con questa precisazione: il potere si esercita nell’amore che serve. L’Onnipotente si prostra, con asciugamano e bacinella. Immaginiamo una società in cui il potere venga usato per il bene degli altri. Abbiamo tutti un certo potere: denaro, istruzione, forza, autorità, salute, talento, informazioni, fama, affetto. Mettere capacità e risorse al servizio dei deboli.

Sr. Simona Brambilla, MC
La dimensione femminile della missione

L’evangelizzazione inculturata non può prescindere dal dialogo interculturale e dal dialogo interreligioso, che ne rappresenta il cuore. Se la missione è questione di relazione trasformante – e trasformante nel profondo, fino alle radici – allora il Vangelo chiede di raggiungere gli strati più intimi e vitali della cultura e della persona. Ma raggiungere i valori di base del popolo, i miti, le configurazioni simboliche, le metafore portanti non è questione di tecnica e nemmeno solo di convivenza. E’ prima di tutto dono dell’Altro e dell’altro che hanno la libertà invitare o no l’evangelizzatore ad un passo oltre la soglia della conoscenza superficiale degli usi e costumi per accedere al cuore vitale dell’identità del popolo. Ed è anche compito dell’evangelizzatore che, cosciente della propria ignoranza rispetto al mondo dell’altro, con rispetto, empatia, gratitudine, meraviglia e desiderio di imparare, può accettare l’invito dell’altro ad entrare in casa sua.

Sr. Marie Laetitia Youchtchenko, OP
«La messe è molta…»

Noi suore apostoliche, presenti nei cinque continenti, al di là dei nostri diversi carismi, abbiamo tutte una missione di consolazione: annunciamo la nostra vocazione alla felicità, basandoci sulla certezza che «le sofferenze del momento presente non sono paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi» e che il Risorto «ha vinto il mondo». Profondamente unite dalla stessa passione, annunciamo l’Amore che ci fa vivere: «Evangelizzare un uomo significa dirgli: anche tu sei amato da Dio nel Signore Gesù. E non solo dirglielo, ma pensarlo davvero. E non solo pensarlo, ma comportarsi con quest’uomo in modo tale che possa sentire e scoprire che in lui c’è qualcosa che è stata salvata, qualcosa di più grande e più nobile di ciò che pensava, e possa quindi risvegliarsi in lui una nuova autoconsapevolezza. Ecco, questo è annunciare la buona novella».

*****

Il BOLLETTINO UISG offre alle Superiore Generali e alle comunità iscritte alcune riflessioni sulla vita religiosa basate sulla Sacra Scrittura, la teologia e la spiritualità.

Esso cerca anche di favorire una migliore conoscenza della vita religiosa e del suo sviluppo nel mondo.

Il Bollettino viene pubblicato tre volte all’anno in sette lingue: francese, inglese, italiano, olandese, portoghese, spagnolo, tedesco. È inviato regolarmente a tutte le Superiore Generali, membri dell’Unione, e anche a persone, associazioni e organismi iscritti come membri associati.

Nella quota annuale di appartenenza alla UISG è compreso un abbonamento annuale al Bollettino UISG nella lingua richiesta dalla Superiora Generale.

Per ricevere ulteriori copie per la Superiora Generale o nuovi abbonamenti per la Congregazione nel mondo, o accendere un nuovo abbonamento per Non Superiore Generali, è necessario scrivere a: bollettino@uisg.org

COSTI PER SINGOLO ABBONAMENTO
Europa 50 U$ or 45 Euro
Altri paesi 60 U$ or 50 Euro

Gli articoli pubblicati nel Bollettino UISG possono essere riprodotti, purché se ne faccia conoscere la provenienza e con l’autorizzazione della Segretaria Esecutiva o della responsabile del Bollettino.

Per informazioni contattare:
Antonietta Rauti – Responsabile Bollettino UISG
Piazza di Ponte Sant’Angelo, 28 – 00186 Roma – Italia
bollettino@uisg.org – + 39 06 684002 32